Drone - Quale comprare?

Regali Natale 2016. Quale drone comprare? Sono sempre più leggeri e potenti, di seguito una lista dei modelli più efficaci: • Xiaomi Mi Drone. L’azienda cinese si è affacciata quest’anno al mercato: il quadricottero è controllabile con un radiocomando già provvisto di aggancio per smartphone o tablet. La fotocamera in dotazione ha una risoluzione Full HD a 60 fps, ma c’è anche la versione più costosa in 4K. Complessivamente è un buon prodotto soprattutto dal punto di vista del prezzo: 340 euro.

• DJI Mavic Pro. Con quattro bracci pieghevoli e le eliche chiuse perfettamente lungo il corpo sottile, il Mavic Pro può essere facilmente trasportato in una borsa o in uno zaino, evitando di dover montare le eliche prima del volo. Può essere controllato da un potente controller a lunga distanza o semplicemente dal tuo smartphone a raggio corto, attraverso il quale può prendere il volo in meno di un minuto. Dotato di una fotocamera da 12 megapixel stabilizzata con un gimbal a tre assi, il drone registra video in 4K a 30fps e in FullHD a 120 fps con messa a fuoco automatica e regolata appositamente per le immagini aeree: può girare fino a 90 gradi per una nuova modalità ritratto anche per realizzare video e foto verticali. Ma il punto di forza del Mavic Pro è il nuovo sistema FlightAutonomy: una rete complessa di hardware e software fatta di cinque fotocamere, Gps e sistemi di navigazione GLONASS, un paio di rilevatori di campo ultrasonici, sensori ridondanti e 24 potenti nuclei computerizzati. Il cervello cibernetico può posizionare, navigare e pianificare tragitti per il Mavic Pro, permettendogli di evitare ostacoli in diversi ambienti, con o senza l’aiuto dei segnali satellitari. Prezzo: 1199 euro.

• Hexo+. Questo è il primo drone a guida autonoma al mondo. Fa tutto in automatico: si sincronizza in bluetooth al tuo smartphone, acchiappa il segnale Gps e lo segue, compiendo una serie di comandi preimpostati che puoi programmare. Se tu ti sposti, lui ti viene dietro. Basta avere lo smartphone in tasca e poi hai libertà di movimento: infatti è l’ideale per chi fa sport estremi e vuole una ripresa che vada oltre quella classica dal caschetto o dal manubrio della bici. Ad esempio puoi dirgli di avvicinarsi più o meno rapidamente a te, fare un giro di 360 gradi oppure alzarsi fino a 30 metri e controllare la situazione dall’alto. Ma non pensare di comandarlo con un telecomando, l’aereo ha completa autonomia di decollo, stabilizzazione e atterraggio. Prezzo: 999 dollari

• Parrot BePop 2. Con un peso di 500 grammi e un’autonomia di 25 minuti, è perfetto da trasportare con te. Ha la funzione in-app “follow me” affidabile e precisa, con un’applicazione di visual tracking unica sul mercato, che dialoga col sistema GPS dello smartphone da cui si pilota il drone. 
Puoi impostare la modalità automatica – così il drone ti seguirà agganciandosi al segnale del telefono – oppure regolare l’altitudine di volo, la distanza dal soggetto (minimo 5 metri), l’angolo di visione e impostare se stesso come il soggetto da tracciare. Una volta che i parametri sono impostati, lo smartphone non è più necessario. È possibile quindi tenerlo in tasca o nello zaino. Prezzo: 399 euro.

• Archos Drone. L’alternativa low-cost è francese: ha una velocità massima di 27 chilometri orari e un’autonomia massima di 9 minuti, però costa soltanto 99 euro. In più, essendo leggerissimo (135 grammi) e avendo delle protezioni di plastica sulle eliche, può volare anche indoor e dentro casa. Dal punto di vista fotografico, ha una fotocamera che gli permette di girare filmati in HD (1280×720 pixel) e scattare foto da un megapixel che verranno poi salvati su MicroSD. Fonte

Immagine Drone