Technical blog

  • Kickstarter sbarca in Italia: pagamenti in euro e conti correnti italiani per la raccolta

    Kickstarter, la più grande piattaforma al mondo di crowdfunding, è sbarcata in Italia. La raccolta fondi per progetti creativi – ci sono 15 categorie - potrà essere fatta in euro e correlata a conti correnti italiani.

    "Viviamo in una nuova età dell'oro della creatività, dove chiunque sia dotato di fantasia può realizzare qualcosa di concreto collaborando con le altre persone", spiega Yancey Strickler, cofondatore e CEO di Kickstarter.

    "Kickstarter è una community mondiale di creativi che condividono, costruiscono e realizzano qualcosa, offrendo il proprio contributo ad un contesto culturale più ricco e vivace. E in ciò l'Italia ha già contribuito moltissimo alla cultura mondiale, dalla moda al cibo, dall'arte al cinema, dalla musica alla letteratura, le idee innovative italiane sono sempre state apprezzate in tutto il mondo".

    I creativi italiani potranno gestire i propri progetti per intero utilizzando l'euro come valuta e le coordinate del proprio conto corrente bancario in Italia per le procedure sulla piattaforma. Quando le idee proposte otterranno dei finanziamenti dall'estero, anche questi verranno raccolti in euro. Nel contempo un sostenitore americano vedrà ogni obiettivo legato ad un finanziamento di un progetto convertito in dollari americani, e di fianco l'equivalente in euro.

    "Tutti i creativi potranno ora scegliere se descrivere in video i propri nuovi progetti in italiano, inglese o in entrambe le lingue, con la possibilità di aggiungere i sottotitoli in diverse lingue. Non esiste un sito italiano di Kickstarter: i progetti italiani fanno parte della community mondiale della piattaforma, e i finanziatori possono cercare i progetti in base alla località e trovare quelli dei creativi più vicini", sottolinea la nota di presentazione.

    Fonte: Tom's hardware
  • Lily, il drone che ti segue

    Nel nome e nel design ricorda un essere umano, e i suoi creatori vorrebbero che lo trattassi proprio come un essere dotato di intelligenza. Lily è un drone diverso da tutti gli altri, progettato per seguire le tue avventure outdoor senza bisogno di essere tenuto d’occhio. I comandi infatti non esistono: il gadget va lanciato in aria, dove si attiva da solo e da quel momento inizia a seguirti autonomamente fino a quando non lo disattivi. Puoi comunque suggerirgli diverse modalità di ripresa, ma in sostanza le operazioni di volo sono tutte gestite in automatico. Per sapere dove sei, il drone si basa su un dispositivo di tracciamento che dovrai portare al polso. Quest’ultimo, come Lily, è a prova d’acqua (con certificazione IP 67): nel video dimostrativo il quadricottero viene gettato in un fiume per riemergere in volo dopo pochi attimi. Rimangono dei dubbi sulla sicurezza e sull’affidabilità di un oggetto volante impossibile da controllare manualmente, ma dato che al momento Lily è un prototipo ci sarà probabilmente modo di chiarirli e, nel caso, risolverli. Arriverà sul mercato a inizio 2016 al prezzo di 999 dollari, ma è già possibile prenotarlo scontato del 50% sul sito ufficiale. FONTE: Wired
  • Google riesamina manualmente le applicazioni inviate al Play Store!!!

    Con una mossa a sorpresa che dovrebbe aiutare utenti e sviluppatori, Google ha annunciato che ha iniziato a rivedere manualmente le applicazioni che sono sottoposte al Play Store. Fino ad oggi, Google si era basata sui processi di revisione automatica al fine di far fronte al numero enorme di applicazioni presentate ogni giorno su quello che oggi è il più grande negozio al mondo di app. Tuttavia, l'approccio ha avuto più di qualche inconveniente (sono state pubblicate molte applicazioni malevoli, inappropriate, e di bassa qualità) con perdita di credibilità nell'esperienza dell'utente e la creazione di problemi per gli sviluppatori legittimi . Opposto è sempre stata la scelta dello Store di Apple, dove ogni applicazione viene vagliata manualmente prima della pubblicazione. Seguendo la linea di Apple, Google ha ora introdotto una componente di revisione manuale per il processo di valutazione, che, almeno in teoria, dovrebbe alleviare i problemi di cui sopra. La componente manuale è già in atto, in realtà; Google dice che è stato utilizzata per diversi mesi, e che gli sviluppatori non hanno notato alcun effetto. Questa affermazione risulta importante perché Google è probabilmente in grado di offrire un feedback alle applicazioni uncompliant in poche ore, non giorni o settimane. "Questo nuovo processo coinvolge un team di esperti che hanno il compito di individuare le violazioni delle nostre politiche di sviluppo nel ciclo di vita dell'applicazione. Apprezziamo la rapida innovazione e iterazione che è unico per Google Play, e continueremo ad aiutare gli sviluppatori a ottenere i loro prodotti sul mercato nel giro di poche ore dopo la presentazione, invece di giorni o settimane. In realtà, non vi è stato alcun cambiamento notevole per gli sviluppatori durante il rollout ". Secondo Purnima Kochikar, Direttore del Business Development per Google Play, il 100 per cento delle applicazioni che sono attualmente sottoposte al Play Store sono rivisti manualmente, almeno in una certa misura. Google fa ancora affidamento su algoritmi per le masse dei controlli, per cose come malware o contenuti protetti da copyright. Un altro cambiamento che gli sviluppatori potranno sicuramente apprezzare è un quadro più chiaro dello stato di pubblicazione di un app. "Gli sviluppatori hanno ora un quadro più chiaro il motivo per cui le applicazioni vengono respinte o sospese, e possono facilmente correggere e ripresentare le loro applicazioni per violazioni dei criteri minori." Google ha anche introdotto un nuovo sistema di classificazione in base all'età, che renderà più facile per gli sviluppatori identificare il pubblico adeguato. Gli sviluppatori dovranno compilare un questionario per dare un voto alle proprie applicazioni , e a partire da maggio, questo passo sarà obbligatorio per qualsiasi nuova applicazione o aggiornamento di applicazioni già esistenti FONTE: TechCrunch
  • Nuovo aggiornamento di PhoneGap Desktop App 0.1.2

    La scorsa settimana è stato rilasciato un nuovo aggiornamento della versione desktop di Phonegap.
    Per chi non la conoscesse Phonegap è una piattaforma che permette di realizzare APP per molti sistemi mobile diversi (Android, IPhone, WindowsPhone, etc.) utilizzando HTML5, CSS3 e JavaScript.
    Phonegap, che ha origine dal progetto Apache Cordova ed è stato poi acquistato dalla Adobe, può essere installato o utilizzando node.js (http://phonegap.com/install/ la procedura per farlo ) oppure più agevolmente scaricando la versione per desktop che però è ancora in versione beta ed è stata recentemente aggiornata una settimana fa .
    Per scaricare la versione desktop il link è questo http://phonegap.com/blog/2015/03/02/phonegap-app-desktop-0-1-2/
    Una delle nostre aziende consorziate, la Tc-Web ha iniziato un progetto di sviluppo proprio con tale versione, vi faremo sapere a breve eventuali problematiche, buon lavoro a tutti e buon weekend !
  • Google AdWords è ora disponibile come APP per dispositivi Android

    Google ha pubblicato una app che permette di gestire AdWords per gli utenti muniti di dispositivi Android. Ci si potrà collegare con le campagne pubblicitarie da qualsiasi luogo, utilizzando il tuo smartphone Android.
    L'APP AdWords per Android, che ha avuto un debutto iniziale in Canada il mese scorso, consente agli inserzionisti di monitorare le campagne e offre alcune funzionalità di gestione, così come le offerte di aggiornamento e budget delle campagne. E' presente una dashboard che fornisce una lettura di impressioni, clic, click-through rate come informazioni sul valore e conversioni, con la segmentazione per giorno della settimana e del dispositivo.
    Gli utenti possono inoltre configurare più account AdWords con l'applicazione e passare da uno all'altro.
    Le funzionalità sono:
    • Stats View delle campagne
    • Offerte di aggiornamento e budget
    • Ricezione di avvisi e notifiche
    • Possibilità di chiamare un esperto di Google
    Ovviamente si può scaricare dal Play Store di Google

Pagine